Edizioni Proget fa uso di cookie. Proseguendo nella navigazione di questo sito tu acconsenti all'uso dei suddetti cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi al link dell'informativa Privacy.

Email

Welfare nuova risorsa

PREZZO DI COPERTINA € 11,00 / SCONTO 10% € 9,90 compreso spedizione
Prezzo per unità (KG):
Prezzo di vendita: 9,90 €
Sconto: 1,10 €
welfare-nuova-risorsa-fronte8
  • welfare-nuova-risorsa-fronte8
Descrizione

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Lingua: Italiano

ISBN: 978-88-88785-41-7

PRESENTAZIONE

Solidarietà a tutto campo
Il dibattito sullo “Stato Sociale” (Welfare State) - ormai una delle costanti della nostra storia recente - coinvolge i princípi della giustizia sociale, dell’uguaglianza e della solidarietà a tutto tondo.

Lo stato sociale è un costo oppure una risorsa?
La crisi economica in atto pare aver messo in questione questo punto cardinale delle nostre democrazie. Siamo in crisi - si dice - e quindi non ci possiamo piú permettere questo stato sociale. Un po’ tutti ci siamo persuasi che lo stato sociale è un costo piuttosto che una risorsa.

Alcuni punti di convergenza
Di fatto, dal dibattito in atto sembrano essere emersi alcuni punti di convergenza fra le diverse critiche: 1) esiste il problema dei costi di uno stato sociale che ha prima di tutto la necessità di una “verifica interna”, quanto a efficienza e capacità effettive di venire incontro ai “veri” soggetti in difficoltà; 2) lo stato sociale ha mostrato di non farcela a fronteggiare e a superare le disuguaglianze generate dal mercato, e tanto piú di questo mercato selvaggio, sempre piú finanziarizzato e staccato dall’economia reale; 3) lo stato sociale, quanto a vision e a mission, non può essere buttato via; 4) in ogni caso vi è l’imperativo di attivarsi per ricercare vie nuove per una piú efficace protezione sociale dei cittadini.

Il Welfare: nuova risorsa
Lo stato sociale, oggi, va accostato non piú come un “costo” ma come una “risorsa” per tutta la nostra vita civile, fino a diventare “Welfare generativo” (tema sul quale la Fondazione Zancan ha attirato attenzione e suscitato dibattito).

Piú libertà, piú responsabilità, piú partecipazione
Serve una conversione di prospettiva circa lo stato sociale: questo rinnovamento esige che venga favorita piú libertà, piú responsabilità e piú partecipazione dei cittadini. In altre parole, il nuovo stato sociale scaturirà solo dalla formazione del nuovo “cittadino etico”, il quale inizierà la sua giornata non con la domanda: «cosa mi spetta?», ma con «qual è la mia responsabilità?».

Lorenzo Biagi

IN EVIDENZA

Tiziano Vecchiato
Un nuovo lessico, per una nuova cultura di Welfare

Elena Vivaldi
Diritti e doveri di solidarietà, per realizzare a pieno la persona

Devis Geron
Serve un nuovo Welfare che, aiutando, renda responsabili

Rosangela Lodigiani e Mauro Magatti
Una leva strategica di legami sociali e di nuovi valori civili

Paolo Tomasin
Dirigente | Generare un nuovo Welfare significa saper dirigere e fare rete

Cristina Braida e Federica Palomba
Assistente sociale | Protagonisti motivati e responsabili, pronti a cambiare

Daniele Salmaso
Infermiere | Prendersi cura della persona in una logica “generativa”

Gerolamo Spreafico
Pedagogista | Rigenerare, Responsabilizzare, Rendere: il nuovo Welfare

PAROLE CHIAVE

Welfare, welfare generativo, welfare state, welfare sociale, sussidiarietà, responsabilità, rete, rigenerare, solidarietà, persona.

INFORMAZIONI

Il Dossier “Welfare: nuova risorsa” si trova in Rivista “Etica per le professioni” 1(2013) 3-76

Costi della Rivista EPP: • un numero: € 11,00 - arretrato: € 14,00
• abbonamento: ordinario: € 28,00 - istituzioni: € 54,00 - sostenitore: €100,00
PER ACQUISTARE COPIE Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Video

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Lingua: Italiano

ISBN: 978-88-88785-41-7

PRESENTAZIONE

Solidarietà a tutto campo
Il dibattito sullo “Stato Sociale” (Welfare State) - ormai una delle costanti della nostra storia recente - coinvolge i princípi della giustizia sociale, dell’uguaglianza e della solidarietà a tutto tondo.

Lo stato sociale è un costo oppure una risorsa?
La crisi economica in atto pare aver messo in questione questo punto cardinale delle nostre democrazie. Siamo in crisi - si dice - e quindi non ci possiamo piú permettere questo stato sociale. Un po’ tutti ci siamo persuasi che lo stato sociale è un costo piuttosto che una risorsa.

Alcuni punti di convergenza
Di fatto, dal dibattito in atto sembrano essere emersi alcuni punti di convergenza fra le diverse critiche: 1) esiste il problema dei costi di uno stato sociale che ha prima di tutto la necessità di una “verifica interna”, quanto a efficienza e capacità effettive di venire incontro ai “veri” soggetti in difficoltà; 2) lo stato sociale ha mostrato di non farcela a fronteggiare e a superare le disuguaglianze generate dal mercato, e tanto piú di questo mercato selvaggio, sempre piú finanziarizzato e staccato dall’economia reale; 3) lo stato sociale, quanto a vision e a mission, non può essere buttato via; 4) in ogni caso vi è l’imperativo di attivarsi per ricercare vie nuove per una piú efficace protezione sociale dei cittadini.

Il Welfare: nuova risorsa
Lo stato sociale, oggi, va accostato non piú come un “costo” ma come una “risorsa” per tutta la nostra vita civile, fino a diventare “Welfare generativo” (tema sul quale la Fondazione Zancan ha attirato attenzione e suscitato dibattito).

Piú libertà, piú responsabilità, piú partecipazione
Serve una conversione di prospettiva circa lo stato sociale: questo rinnovamento esige che venga favorita piú libertà, piú responsabilità e piú partecipazione dei cittadini. In altre parole, il nuovo stato sociale scaturirà solo dalla formazione del nuovo “cittadino etico”, il quale inizierà la sua giornata non con la domanda: «cosa mi spetta?», ma con «qual è la mia responsabilità?».

Lorenzo Biagi

IN EVIDENZA

Tiziano Vecchiato
Un nuovo lessico, per una nuova cultura di Welfare

Elena Vivaldi
Diritti e doveri di solidarietà, per realizzare a pieno la persona

Devis Geron
Serve un nuovo Welfare che, aiutando, renda responsabili

Rosangela Lodigiani e Mauro Magatti
Una leva strategica di legami sociali e di nuovi valori civili

Paolo Tomasin
Dirigente | Generare un nuovo Welfare significa saper dirigere e fare rete

Cristina Braida e Federica Palomba
Assistente sociale | Protagonisti motivati e responsabili, pronti a cambiare

Daniele Salmaso
Infermiere | Prendersi cura della persona in una logica “generativa”

Gerolamo Spreafico
Pedagogista | Rigenerare, Responsabilizzare, Rendere: il nuovo Welfare

PAROLE CHIAVE

Welfare, welfare generativo, welfare state, welfare sociale, sussidiarietà, responsabilità, rete, rigenerare, solidarietà, persona.

INFORMAZIONI

Il Dossier “Welfare: nuova risorsa” si trova in Rivista “Etica per le professioni” 1(2013) 3-76

Costi della Rivista EPP: • un numero: € 11,00 - arretrato: € 14,00
• abbonamento: ordinario: € 28,00 - istituzioni: € 54,00 - sostenitore: €100,00
PER ACQUISTARE COPIE Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.