Edizioni Proget fa uso di cookie. Proseguendo nella navigazione di questo sito tu acconsenti all'uso dei suddetti cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi al link dell'informativa Privacy.

Email

PRATICHE di IMPEGNO CIVILE

PREZZO DI COPERTINA € 11,00 / SCONTO 10% € 9,90 compreso spedizione
Prezzo per unità (KG):
Prezzo di vendita: 9,90 €
Sconto: 1,10 €
rivista epp 012016 pratiche impegno civile 2016 cover 300x450
  • rivista epp 012016 pratiche impegno civile 2016 cover 300x450
Descrizione

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Autore: Umberto Ambrosoli

Lingua: Italiano

Anno edizione: 2017

ISBN: 978-88-8875-79-0

PRESENTAZIONE

… solo il “civismo”, in quanto mobilitazione politica delle coscienze, contribuisce a creare le condizioni affinché si possa realizzare il bene comune … con la sua apertura, può dare risposte alla partecipazione senza imbrigliarla in uno schematismo chiuso e stretto …

Umberto Ambrosoli

Siamo un popolo incivile? Oppure, piú semplicemente, siamo cosí abituati a indossare, di volta in volta, maschere per “salvarci la faccia”, che …? Sono domande che sempre piú spesso ci piovono addosso. Non fosse altro perché quasi ogni giorno veniamo a conoscenza di comportamenti di corruzione e di immoralità professionale, che svelano pratiche per nulla isolate o imputabili alla solita classe politica e burocratica.

Il momento tumultuoso che stiamo attraversando lascia intendere che tutta questa attività illegale e di corruzione non rinvia solo a organizzazioni note e delineate, ma anche alla presenza significativa di una corruzione e di una illegalità ormai diffuse all’interno del corpo stesso del nostro Paese. In altre parole, l’impressione è che il malcostume incivile sia ben distribuito e ben insediato nel corpo della stessa nostra società italiana. Dobbiamo essere consapevoli di questo ma non fermarci qui.

Il desiderio di partecipazione - come ebbe ad affermare Umberto Ambrosoli, figlio di Giorgio Ambrosoli, assassinato l’11 luglio 1979 - ha bisogno di confini piú larghi degli steccati dei partiti nazionali, perché se da una parte esiste la politica istituzionalizzata nei partiti e dall’altra l’antipolitica, corrosiva e distruttiva, solo il civismo - con la sua apertura - può dare una risposta alla partecipazione, senza imbrigliarla in uno schematismo chiuso e stretto.

E noi condividiamo con lui questa prospettiva, anche se è esigente e richiede un risveglio dalla nostra apatia e dalla nostra frustrazione. Se il civismo viene definito come «la sensibilità per le esigenze della comunità in cui il cittadino vive» e come «il senso dei propri doveri di cittadino», è da qui che dobbiamo iniziare, cioè da noi stessi, in quanto consapevoli che il destino del bene comune è consegnato anzitutto alla nostra cura. È davvero tempo di “toglierci la maschera”: e cominciare ad agire.

Lorenzo Biagi

IN EVIDENZA 

Giorgio OSTI
Convivere e “giocare” con l’ambiente … senza distruggerlo

Paolo CORVO
La crisi non è solo economica, ma evidenza della difficoltà a collaborare

Davide PETTENELLA
Le foreste italiane: la piú estesa risorsa e responsabilità ambientale

Rodolfo LEWANSKI
Innovare la partecipazione: si decide meglio, se si decide insieme

Riccardo MILANO
Per una nuova economia: dare supporto e risorse a progetti di impresa civile

Giovanni B. COSTA
Una forza … del mercato: la chiave dell’economia nelle mani del consum-attore

Andrea SAROLDI
Costruire comunità del benvivere: cambiare la convivenza

Efrem TASSINATO
Comunità locali e risorse ambientali: una rete di opportunità da integrare

A. Galasso, F.
Durastanti La cooperazione è la sfida culturare per realizzare una agricoltura sociale

Antonio NAPOLI
Fare antimafia sociale: ovvero, costruire un modello economico e sociale alternativo

H. ALFORD, F. COMPAGNONI
Fare impresa etica: dalla teoria all’etica applicata, ovvero, all’oikonomia

Carlotta MAGGIONI
Consumare o utilizzare energia? Cercasi “prosumer” consapevole

PAROLE CHIAVE

Etica civile, civismo, civismo potenziale, quotidianità responsabiltà, antimafia, eco-agricoltura, capitale sociale, , …

INFORMAZIONI

Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 •  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  • www.facebook.com/ProgetEdizioni

Video

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Autore: Umberto Ambrosoli

Lingua: Italiano

Anno edizione: 2017

ISBN: 978-88-8875-79-0

PRESENTAZIONE

… solo il “civismo”, in quanto mobilitazione politica delle coscienze, contribuisce a creare le condizioni affinché si possa realizzare il bene comune … con la sua apertura, può dare risposte alla partecipazione senza imbrigliarla in uno schematismo chiuso e stretto …

Umberto Ambrosoli

Siamo un popolo incivile? Oppure, piú semplicemente, siamo cosí abituati a indossare, di volta in volta, maschere per “salvarci la faccia”, che …? Sono domande che sempre piú spesso ci piovono addosso. Non fosse altro perché quasi ogni giorno veniamo a conoscenza di comportamenti di corruzione e di immoralità professionale, che svelano pratiche per nulla isolate o imputabili alla solita classe politica e burocratica.

Il momento tumultuoso che stiamo attraversando lascia intendere che tutta questa attività illegale e di corruzione non rinvia solo a organizzazioni note e delineate, ma anche alla presenza significativa di una corruzione e di una illegalità ormai diffuse all’interno del corpo stesso del nostro Paese. In altre parole, l’impressione è che il malcostume incivile sia ben distribuito e ben insediato nel corpo della stessa nostra società italiana. Dobbiamo essere consapevoli di questo ma non fermarci qui.

Il desiderio di partecipazione - come ebbe ad affermare Umberto Ambrosoli, figlio di Giorgio Ambrosoli, assassinato l’11 luglio 1979 - ha bisogno di confini piú larghi degli steccati dei partiti nazionali, perché se da una parte esiste la politica istituzionalizzata nei partiti e dall’altra l’antipolitica, corrosiva e distruttiva, solo il civismo - con la sua apertura - può dare una risposta alla partecipazione, senza imbrigliarla in uno schematismo chiuso e stretto.

E noi condividiamo con lui questa prospettiva, anche se è esigente e richiede un risveglio dalla nostra apatia e dalla nostra frustrazione. Se il civismo viene definito come «la sensibilità per le esigenze della comunità in cui il cittadino vive» e come «il senso dei propri doveri di cittadino», è da qui che dobbiamo iniziare, cioè da noi stessi, in quanto consapevoli che il destino del bene comune è consegnato anzitutto alla nostra cura. È davvero tempo di “toglierci la maschera”: e cominciare ad agire.

Lorenzo Biagi

IN EVIDENZA 

Giorgio OSTI
Convivere e “giocare” con l’ambiente … senza distruggerlo

Paolo CORVO
La crisi non è solo economica, ma evidenza della difficoltà a collaborare

Davide PETTENELLA
Le foreste italiane: la piú estesa risorsa e responsabilità ambientale

Rodolfo LEWANSKI
Innovare la partecipazione: si decide meglio, se si decide insieme

Riccardo MILANO
Per una nuova economia: dare supporto e risorse a progetti di impresa civile

Giovanni B. COSTA
Una forza … del mercato: la chiave dell’economia nelle mani del consum-attore

Andrea SAROLDI
Costruire comunità del benvivere: cambiare la convivenza

Efrem TASSINATO
Comunità locali e risorse ambientali: una rete di opportunità da integrare

A. Galasso, F.
Durastanti La cooperazione è la sfida culturare per realizzare una agricoltura sociale

Antonio NAPOLI
Fare antimafia sociale: ovvero, costruire un modello economico e sociale alternativo

H. ALFORD, F. COMPAGNONI
Fare impresa etica: dalla teoria all’etica applicata, ovvero, all’oikonomia

Carlotta MAGGIONI
Consumare o utilizzare energia? Cercasi “prosumer” consapevole

PAROLE CHIAVE

Etica civile, civismo, civismo potenziale, quotidianità responsabiltà, antimafia, eco-agricoltura, capitale sociale, , …

INFORMAZIONI

Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 •  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  • www.facebook.com/ProgetEdizioni