Edizioni Proget fa uso di cookie. Proseguendo nella navigazione di questo sito tu acconsenti all'uso dei suddetti cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi al link dell'informativa Privacy.

Email

Green Economy al lavoro

PREZZO DI COPERTINA € 11,00 / SCONTO 10% € 9,90 compreso spedizione
Prezzo per unità (KG):
Prezzo di vendita: 9,90 €
Sconto: 1,10 €
green-economy-fronte
  • green-economy-fronte
Descrizione

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Lingua: Italiano

ISBN: 978-88-88785-42-4

PRESENTAZIONE

Una definizione concettualmente unitaria della Green Economy non è ancora matura. Talora si rischia di spacciare per Green Economy ciò che non è né Green né Economy. Tuttavia, questa “liquidità” lungi dall’essere un difetto, può essere effettivamente una chance, anzi, il suo carattere unificante, il suo essere trasversale, il suo agire in maniera fertilizzante un po’ per tutti gli àmbiti della vita sociale e professionale.

Essa è un “fatto sociale totale”, in grado di attraversare e fecondare tutti gli àmbiti della vita. La sua fecondità consiste nell’accompagnare il nostro mondo verso una qualità di vita effettivamente capace di prendersi cura tanto della vita umana quanto delle variegate forme di vita presenti nel nostro pianeta.

Una categoria-laboratorio: in questo momento, è importante guardare alla Green Economy come a una categoria- laboratorio, un concetto-ricerca, una parola-guida: essa indica una direzione che se non è ancora del tutto chiara, contiene tuttavia degli orientamenti sufficientemente persuasivi per affrontare una serie di situazioni che si sono dimostrate nefaste per la nostra vita.

Se pensiamo di risolvere i problemi energetici con i tagli e l’austerità non abbiamo futuro. 

Per uscire da questa crisi, secondo Rifkin, dobbiamo cambiare radicalmente il nostro modo di concepire la società, slegandoci della nostra dipendenza dal petrolio e soprattutto iniziando a mutare il nostro paradigma economico, attuare, secondo Rifkin, la “Terza rivoluzione industriale”, che guarda e si fonda sul settore energetico.

“Guardare lontano” significa abbandonare il paradigma culturale del “tutto e subito. Un’economia centrata sulla mera soddisfazione del presente, è un’economia distruttiva, anzi autodistruttiva, del nostro pianeta. Occorre far fronte al domani, in modo che anche domani ci sia vita e sia degna di essere vissuta per tutti.

Lorenzo Biagi

IN EVIDENZA

Luigi Fusco Girard
Serve un “pensiero eco-circolare”, simile ai processi dei sistemi naturali

Roberto Morabito
Convergenza e sinergia globale per una piú consapevole eco-policy

Roberto Zoboli
Il nuovo paradigma produttivo legato alla forza dei consumatori

Catia Bastioli
Innovare, riqualificare, integrare per uno sviluppo eco-inclusivo

Marco Gisotti
L’ambiente sarà vivibile, quanto piú i lavori saranno verdi

Arturo Lorenzoni
Ambito Ricerca - Migliorare e facilitare la vita di tutti

Stefano Masini
Ambito Agricoltura - Modernità di un patrimonio antico

Alessandro Marata
Ambito Urbanistica - Rigenerazione urbana sostenibile

Luciano Butti
Ambito Giurisprudenza - Quando le regole aiutano l’ambiente

Laura Catastini
Ambito Comunicazione - Etica e trasparenza: regole sostenibili

PAROLE CHIAVE

Green economy, ambiente, sviluppo sostenibile, innovare, rigenerare, green jobs, eco-policy,consumatore consapevole, future generazioni, nuove professioni, rigenerazione urbana sostenibile, sviluppo eco-inclusivo, lavori verdi

INFORMAZIONI

Il Dossier “ Green economy al lavoro ” si trova in Rivista “Etica per le professioni” 3(2013) 5-80

Costi della Rivista EPP: • un numero: € 11,00 - arretrato: € 14,00

• abbonamento: ordinario: € 28,00 - istituzioni: € 54,00 - sostenitore: €100,00

Per ACQUISTARE copie Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Video

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Lingua: Italiano

ISBN: 978-88-88785-42-4

PRESENTAZIONE

Una definizione concettualmente unitaria della Green Economy non è ancora matura. Talora si rischia di spacciare per Green Economy ciò che non è né Green né Economy. Tuttavia, questa “liquidità” lungi dall’essere un difetto, può essere effettivamente una chance, anzi, il suo carattere unificante, il suo essere trasversale, il suo agire in maniera fertilizzante un po’ per tutti gli àmbiti della vita sociale e professionale.

Essa è un “fatto sociale totale”, in grado di attraversare e fecondare tutti gli àmbiti della vita. La sua fecondità consiste nell’accompagnare il nostro mondo verso una qualità di vita effettivamente capace di prendersi cura tanto della vita umana quanto delle variegate forme di vita presenti nel nostro pianeta.

Una categoria-laboratorio: in questo momento, è importante guardare alla Green Economy come a una categoria- laboratorio, un concetto-ricerca, una parola-guida: essa indica una direzione che se non è ancora del tutto chiara, contiene tuttavia degli orientamenti sufficientemente persuasivi per affrontare una serie di situazioni che si sono dimostrate nefaste per la nostra vita.

Se pensiamo di risolvere i problemi energetici con i tagli e l’austerità non abbiamo futuro. 

Per uscire da questa crisi, secondo Rifkin, dobbiamo cambiare radicalmente il nostro modo di concepire la società, slegandoci della nostra dipendenza dal petrolio e soprattutto iniziando a mutare il nostro paradigma economico, attuare, secondo Rifkin, la “Terza rivoluzione industriale”, che guarda e si fonda sul settore energetico.

“Guardare lontano” significa abbandonare il paradigma culturale del “tutto e subito. Un’economia centrata sulla mera soddisfazione del presente, è un’economia distruttiva, anzi autodistruttiva, del nostro pianeta. Occorre far fronte al domani, in modo che anche domani ci sia vita e sia degna di essere vissuta per tutti.

Lorenzo Biagi

IN EVIDENZA

Luigi Fusco Girard
Serve un “pensiero eco-circolare”, simile ai processi dei sistemi naturali

Roberto Morabito
Convergenza e sinergia globale per una piú consapevole eco-policy

Roberto Zoboli
Il nuovo paradigma produttivo legato alla forza dei consumatori

Catia Bastioli
Innovare, riqualificare, integrare per uno sviluppo eco-inclusivo

Marco Gisotti
L’ambiente sarà vivibile, quanto piú i lavori saranno verdi

Arturo Lorenzoni
Ambito Ricerca - Migliorare e facilitare la vita di tutti

Stefano Masini
Ambito Agricoltura - Modernità di un patrimonio antico

Alessandro Marata
Ambito Urbanistica - Rigenerazione urbana sostenibile

Luciano Butti
Ambito Giurisprudenza - Quando le regole aiutano l’ambiente

Laura Catastini
Ambito Comunicazione - Etica e trasparenza: regole sostenibili

PAROLE CHIAVE

Green economy, ambiente, sviluppo sostenibile, innovare, rigenerare, green jobs, eco-policy,consumatore consapevole, future generazioni, nuove professioni, rigenerazione urbana sostenibile, sviluppo eco-inclusivo, lavori verdi

INFORMAZIONI

Il Dossier “ Green economy al lavoro ” si trova in Rivista “Etica per le professioni” 3(2013) 5-80

Costi della Rivista EPP: • un numero: € 11,00 - arretrato: € 14,00

• abbonamento: ordinario: € 28,00 - istituzioni: € 54,00 - sostenitore: €100,00

Per ACQUISTARE copie Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.