Edizioni Proget fa uso di cookie. Proseguendo nella navigazione di questo sito tu acconsenti all'uso dei suddetti cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi al link dell'informativa Privacy.

Email

Cooperazione sociale

PREZZO DI COPERTINA € 11,00 / SCONTO 10% € 9,90 compreso spedizione.
Prezzo per unità (KG):
Prezzo di vendita: 9,90 €
Sconto: 1,10 €
cooperazione-sociale
  • cooperazione-sociale
Descrizione

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Lingua: Italiano

Anno edizione: 2015

ISBN:  978-88-88785-76-9

 

PRESENTAZIONE

… la cooperazione sociale deve contagiare il mondo for profit e trasformarlo

… il nuovo compito dei cooperatori è utilizzare l’economia e umanizzare il mercato

Stefano Zamagni

Pensata per combattere corruzione e illegalità
La “visione cooperativa” è in sé portatrice di un’etica che non sopporta di essere chiamata in causa né in maniera moralistica né in maniera riparativa, per giustificare a posteriori eventuali modi di essere e di agire che si qualificano oggettivamente come immorali. La “visione cooperativa” è stata pensata, fin dalle origini, proprio come una forma di vita al fine di combattere la corruzione, l’illegalità, l’illecito, lo sfruttamento, le diseguaglianze e le forme piú o meno esplicite di compressione della libertà personale e comunitaria.

Un’etica civile in atto
Ciò significa che la vita cooperativa è già un tentativo etico di attuare un processo di costruzione morale delle persone e della comunità. La vita cooperativa è un’etica civile in atto. È un processo di umanizzazione in atto. È “un solido sistema per portare avanti” una visione dell’uomo al contempo personalista e comunitaria, e per creare una società piú giusta, piú fraterna, piú partecipativa e collaborativa, una società che “dal basso” crea istituzioni giuste e al servizio dei piú poveri, dei piú emarginati, degli “scartati” dai diversi poteri di turno.

Una pratica di decisione partecipata: “Una testa, un voto” 
La cooperazione è una filosofia di vita, una forma mentis, che risponde alla natura piú profonda e piú vera dell’essere umano, è uno stile e un metodo, è costituita concretamente da pratiche di decisione partecipata personale e sociale, dell’imparare a deliberare insieme, dal principio “una testa, un voto”, dalla corresponsabilità, dall’esercizio della democrazia deliberativa, dalla ricerca costante di un percorso partecipativo.

Una forma di scambio economico
È una forma peculiare di praticare lo scambio economico, ma che non va vista come “terza via” tra capitalismo e statalismo, bensí come risposta avanzata di democrazia economica, di sviluppo sostenibile, di una economia “incastrata” nella comunità sociale, basata sui valori e sulla dignità dell’uomo, sulla comunità di senso. All’interno di una economia di mercato la cooperativa è una di queste fondamentali istituzioni di giustizia che nella nostra società possono e devono dare corpo a una sempre piú giusta distribuzione di diritti e di doveri sociali. Per questo la cooperazione è chiamata essa stessa a diventare una “istituzione giusta”.

Lorenzo Biagi

IN EVIDENZA 

Raffaele CANTONE
Avviare una riflessione vera, per tornare allo spirito delle origini

Maurizio GARDINI
Educazione cooperativa: questo è il vero investimento

Vittorio MINIERO
Capitolato e appalto: servono contatti preliminari con il mercato

Lorenzo BIAGI
Produrre riconoscimento per l’affermarsi di istituzioni giuste

Com. Misto Paritetico Ven.
Partnership per la trasparenza | Protocollo sulla legalità in materia di appalti

Ass. Cooperative Ital.
Contrasto alle false cooperative | Uniti per una economia pulita

Gruppo Coop. GOEL
Contrasto alle mafie | La legalità è essenziale, ma non basta

Coop. Sociale Veneta
La cultura della legalità | Verso una credibile svolta culturale

PAROLE CHIAVE

Cooperazione sociale, legalità, solidarietà, welfare sociale, welfare generativo, partecipazione, politiche sociali, mercato, economia sociale, etica civile, …

INFORMAZIONI

Il Dossier “Cooperazione sociale” si trova in “Etica per le professioni” 1 (2015) 5-112

Costi della Rivista EPP:

Edizione cartacea individuale € 28,00 istituzioniale € 54,00

Edizione digitale individuale € 20,00 istituzioniale € 40,00

Edizione cartacea + digitale individuale € 32,00 istituzioniale € 60,00

Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 •  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  • www.facebook.com/ProgetEdizioni

 

 

Video

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Lingua: Italiano

Anno edizione: 2015

ISBN:  978-88-88785-76-9

 

PRESENTAZIONE

… la cooperazione sociale deve contagiare il mondo for profit e trasformarlo

… il nuovo compito dei cooperatori è utilizzare l’economia e umanizzare il mercato

Stefano Zamagni

Pensata per combattere corruzione e illegalità
La “visione cooperativa” è in sé portatrice di un’etica che non sopporta di essere chiamata in causa né in maniera moralistica né in maniera riparativa, per giustificare a posteriori eventuali modi di essere e di agire che si qualificano oggettivamente come immorali. La “visione cooperativa” è stata pensata, fin dalle origini, proprio come una forma di vita al fine di combattere la corruzione, l’illegalità, l’illecito, lo sfruttamento, le diseguaglianze e le forme piú o meno esplicite di compressione della libertà personale e comunitaria.

Un’etica civile in atto
Ciò significa che la vita cooperativa è già un tentativo etico di attuare un processo di costruzione morale delle persone e della comunità. La vita cooperativa è un’etica civile in atto. È un processo di umanizzazione in atto. È “un solido sistema per portare avanti” una visione dell’uomo al contempo personalista e comunitaria, e per creare una società piú giusta, piú fraterna, piú partecipativa e collaborativa, una società che “dal basso” crea istituzioni giuste e al servizio dei piú poveri, dei piú emarginati, degli “scartati” dai diversi poteri di turno.

Una pratica di decisione partecipata: “Una testa, un voto” 
La cooperazione è una filosofia di vita, una forma mentis, che risponde alla natura piú profonda e piú vera dell’essere umano, è uno stile e un metodo, è costituita concretamente da pratiche di decisione partecipata personale e sociale, dell’imparare a deliberare insieme, dal principio “una testa, un voto”, dalla corresponsabilità, dall’esercizio della democrazia deliberativa, dalla ricerca costante di un percorso partecipativo.

Una forma di scambio economico
È una forma peculiare di praticare lo scambio economico, ma che non va vista come “terza via” tra capitalismo e statalismo, bensí come risposta avanzata di democrazia economica, di sviluppo sostenibile, di una economia “incastrata” nella comunità sociale, basata sui valori e sulla dignità dell’uomo, sulla comunità di senso. All’interno di una economia di mercato la cooperativa è una di queste fondamentali istituzioni di giustizia che nella nostra società possono e devono dare corpo a una sempre piú giusta distribuzione di diritti e di doveri sociali. Per questo la cooperazione è chiamata essa stessa a diventare una “istituzione giusta”.

Lorenzo Biagi

IN EVIDENZA 

Raffaele CANTONE
Avviare una riflessione vera, per tornare allo spirito delle origini

Maurizio GARDINI
Educazione cooperativa: questo è il vero investimento

Vittorio MINIERO
Capitolato e appalto: servono contatti preliminari con il mercato

Lorenzo BIAGI
Produrre riconoscimento per l’affermarsi di istituzioni giuste

Com. Misto Paritetico Ven.
Partnership per la trasparenza | Protocollo sulla legalità in materia di appalti

Ass. Cooperative Ital.
Contrasto alle false cooperative | Uniti per una economia pulita

Gruppo Coop. GOEL
Contrasto alle mafie | La legalità è essenziale, ma non basta

Coop. Sociale Veneta
La cultura della legalità | Verso una credibile svolta culturale

PAROLE CHIAVE

Cooperazione sociale, legalità, solidarietà, welfare sociale, welfare generativo, partecipazione, politiche sociali, mercato, economia sociale, etica civile, …

INFORMAZIONI

Il Dossier “Cooperazione sociale” si trova in “Etica per le professioni” 1 (2015) 5-112

Costi della Rivista EPP:

Edizione cartacea individuale € 28,00 istituzioniale € 54,00

Edizione digitale individuale € 20,00 istituzioniale € 40,00

Edizione cartacea + digitale individuale € 32,00 istituzioniale € 60,00

Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 •  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  • www.facebook.com/ProgetEdizioni