Edizioni Proget fa uso di cookie. Proseguendo nella navigazione di questo sito tu acconsenti all'uso dei suddetti cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi al link dell'informativa Privacy.

Email

Cantiamo Torreglia

PREZZO DI COPERTINA € 15,00 / SCONTO 10% € 13,50 compreso spedizione
Prezzo per unità (KG):
Prezzo di vendita: 13,50 €
Sconto: 1,50 €
cantiamo-torreglia-copertina-new
  • cantiamo-torreglia-copertina-new
Descrizione

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Autore: Lucia Marchesi, storica dell’arte; Giulio Osto, teologo; Patrizia Paradisi, studiosa di Tommaseo

Lingua: Italiano

Anno edizione: 2016

ISBN: 978-88-88785-95-0

Numero pagine: 120 pagine, 45 foto, 2 mappe

PRESENTAZIONE

Tauriliam canimus. Charâ qui degis in umbrâ, vates, da citharam, quae florum dixit amores, Euganeamque, annique vices, magnumque Meronta …

Cantiamo Torreglia. Poeta tu che vivi nell’amata ombra, prestami la cetra, che raccontò gli amori dei fiori, la terra euganea, l’alternarsi delle stagioni e il grande Meronte …

SOMMARIO

CANTIAMO TORREGLIA

Una poesia di Niccolò Tommaseo, Lucia Marchesi, storica dell’arte; Giulio Osto, teologo; Patrizia Paradisi, studiosa di Tommaseo, Alfonso TRAINA, latinista.

Niccolò Tommaseo (1802-1874), studente universitario a Padova, nel 1819 si recò nel vicino paese di Torreglia nei Colli Euganei in visita al suo professore Giuseppe Barbieri nella sua villa, tuttora esistente. Dopo l’incontro, il geniale adolescente compose un carme di 87 esametri latini intitolato Tauriliae descriptio (Descrizione di Torreglia), che poi il Barbieri pubblicò in una delle sue opere.

Se dobbiamo credere al Tommaseo, critico di se stesso in età adulta e senile, i versi a Torreglia erano in assoluto una delle sue prove in latino migliori, di cui si dichiarava soddisfatto anche col passare dei decenni. La prima e unica edizione integrale del poemetto si trova in G. Barbieri, Opere, 2. Veglie Tauriliane, Padova, Crescini, 1821 (pp. 201-205). 

Nel 1974, nelle celebrazioni per il centenario della morte del Tommaseo, viene collocata nella Chiesa di San Sabino a Torreglia, una targa a firma di Carlo Diano (1904-1974), con scritto:

“Da questo colle, ospite nel 1819 del maestro Giuseppe Barbieri, Niccolò Tommaseo, che all’amore dell’Italia era stato educato dall’infanzia nella nativa Sebenico, cantò non ancora diciasettenne, in versi latini, le bellezze di Torreglia”.

Nel 2016, grazie all’interessamento e sostegno della Parrocchia di Torreglia, si arriva alla riscoperta e promozione del carme attraverso la presente pubblicazione editoriale tra le iniziative legate al Premio di Poesia San Sabino attivo a Torreglia dal 2001.

Il volume Cantiamo Torreglia intende riscoprire la poesia del Tommaseo e attraverso di essa proporre un’esperienza di incontro con il paesaggio euganeo tra natura e letteratura. L’opera è composta da diversi elementi intrecciati tra loro: a) il testo originale latino della poesia, la traduzione italiana filologica, il commento alla poesia a cura di P. Paradisi; b) una traduzione italiana poetica a cura di G. Zamarin e M. Boschi; c) le fotografie di Torreglia e dei Colli Euganei (di G. Canello) disposte - a commento della poesia - in un itinerario esperienziale storicoletterario a Torreglia, illustrato anche da 2 mappe.

Il volume e la Postfazione sono a cura di L. Marchesi, l’ideazione del progetto e l’Introduzione sono di G. Osto. Impreziosisce l’opera una autorevole Prefazione del “decano” dei latinisti italiani il filologo Alfonso Traina.

DESTINATARI

Quanti amano la cultura, l’arte, la poesia, la spiritualità, …; turisti, studenti universitari,  giovani, adulti e persone alla ricerca del bello e di quanto nutre cuore, mente, spirito.

INFORMAZIONI

Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  • www.facebook.com/ProgetEdizioni


Video

DETTAGLI

Editore: Proget Edizioni

Autore: Lucia Marchesi, storica dell’arte; Giulio Osto, teologo; Patrizia Paradisi, studiosa di Tommaseo

Lingua: Italiano

Anno edizione: 2016

ISBN: 978-88-88785-95-0

Numero pagine: 120 pagine, 45 foto, 2 mappe

PRESENTAZIONE

Tauriliam canimus. Charâ qui degis in umbrâ, vates, da citharam, quae florum dixit amores, Euganeamque, annique vices, magnumque Meronta …

Cantiamo Torreglia. Poeta tu che vivi nell’amata ombra, prestami la cetra, che raccontò gli amori dei fiori, la terra euganea, l’alternarsi delle stagioni e il grande Meronte …

SOMMARIO

CANTIAMO TORREGLIA

Una poesia di Niccolò Tommaseo, Lucia Marchesi, storica dell’arte; Giulio Osto, teologo; Patrizia Paradisi, studiosa di Tommaseo, Alfonso TRAINA, latinista.

Niccolò Tommaseo (1802-1874), studente universitario a Padova, nel 1819 si recò nel vicino paese di Torreglia nei Colli Euganei in visita al suo professore Giuseppe Barbieri nella sua villa, tuttora esistente. Dopo l’incontro, il geniale adolescente compose un carme di 87 esametri latini intitolato Tauriliae descriptio (Descrizione di Torreglia), che poi il Barbieri pubblicò in una delle sue opere.

Se dobbiamo credere al Tommaseo, critico di se stesso in età adulta e senile, i versi a Torreglia erano in assoluto una delle sue prove in latino migliori, di cui si dichiarava soddisfatto anche col passare dei decenni. La prima e unica edizione integrale del poemetto si trova in G. Barbieri, Opere, 2. Veglie Tauriliane, Padova, Crescini, 1821 (pp. 201-205). 

Nel 1974, nelle celebrazioni per il centenario della morte del Tommaseo, viene collocata nella Chiesa di San Sabino a Torreglia, una targa a firma di Carlo Diano (1904-1974), con scritto:

“Da questo colle, ospite nel 1819 del maestro Giuseppe Barbieri, Niccolò Tommaseo, che all’amore dell’Italia era stato educato dall’infanzia nella nativa Sebenico, cantò non ancora diciasettenne, in versi latini, le bellezze di Torreglia”.

Nel 2016, grazie all’interessamento e sostegno della Parrocchia di Torreglia, si arriva alla riscoperta e promozione del carme attraverso la presente pubblicazione editoriale tra le iniziative legate al Premio di Poesia San Sabino attivo a Torreglia dal 2001.

Il volume Cantiamo Torreglia intende riscoprire la poesia del Tommaseo e attraverso di essa proporre un’esperienza di incontro con il paesaggio euganeo tra natura e letteratura. L’opera è composta da diversi elementi intrecciati tra loro: a) il testo originale latino della poesia, la traduzione italiana filologica, il commento alla poesia a cura di P. Paradisi; b) una traduzione italiana poetica a cura di G. Zamarin e M. Boschi; c) le fotografie di Torreglia e dei Colli Euganei (di G. Canello) disposte - a commento della poesia - in un itinerario esperienziale storicoletterario a Torreglia, illustrato anche da 2 mappe.

Il volume e la Postfazione sono a cura di L. Marchesi, l’ideazione del progetto e l’Introduzione sono di G. Osto. Impreziosisce l’opera una autorevole Prefazione del “decano” dei latinisti italiani il filologo Alfonso Traina.

DESTINATARI

Quanti amano la cultura, l’arte, la poesia, la spiritualità, …; turisti, studenti universitari,  giovani, adulti e persone alla ricerca del bello e di quanto nutre cuore, mente, spirito.

INFORMAZIONI

Prendere contatti con PROGET EDIZIONI: 049 643195 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  • www.facebook.com/ProgetEdizioni